giovedì 16 gennaio 2014

di dicembre

delle rughe, che dov'erano fino a ieri. o dov'ero io.

dei trentasei anni. e mica cazzi.

delle cene io e te.

dei regali.

delle recite di natale. e mai si vide palma più espressiva di te amore mio.

della paura, enorme, che blocca il respiro un attimo prima che possa dare sollievo.

delle feste. e che passino in fretta. mentre facciamo finta di stare tutti bene.

delle amiche che tornano. e due anni diventano un attimo.

delle amiche che partono, però.

di tutto quello che hai intorno, e all'improvviso niente è più importante. se non te, noi. noi quattro. mentre si aspettano risposte che tardano ad arrivare.


15 commenti: